San Giovanni Rotondo ed il turismo religioso nel Gargano

Tra le mete preferite del turismo religioso vi è sicuramente il Gargano, una terra che ospita luoghi di culto antichi e nuovi, in numero considerevole. Tra i luoghi più rinomati: il Santuario della Madonna Incoronata a Foggia, fondato nel secolo XI, alla luce del rinvenimento della statua della Madonna Nera da parte di un pastore; San Leonardo a Manfredonia, l’Abbazia fondata dai Canonici Regolari di S.Agostino; la Grotta dell’Arcangelo Michele a Monte Sant’Angelo, a più di 800 m di altezza; i Santuari di Santa Maria di Stignano, costruito dai Monaci Cistercensi verso la metà del 1300 e San Matteo, risalente alla prima espansione benedettina in Capitanata, entrambi a San Marco in Lamis.

Il Santuario di San Pio

Il fiore all’occhiello di questa terra, di richiamo turistico-religioso a livello mondiale, resta però il Santuario di San Pio a San Giovanni Rotondo.
San Giovanni Rotondo sorge su una montagna lungo uno dei percorsi che conducevano alla Grotta dell’Arcangelo Michele. Sottoposta a numerose dominazioni, incluse quelle angioine ed aragonesi, la città inizia ad accrescere la propria immagine nel mondo nei primi decenni del ‘900, in concomitanza con l’arrivo, nel 1916, di Padre Pio da Pietrelcina, che in questa terra visse ed operò per 52 anni. Qui Padre Pio si adoperò, nel corso della sua vita, all’edificazione dell’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza”, consacrandosi ad una vita di intensa preghiera e meditazione.

Uno degli eventi che segnarono profondamente la vita del Padre fu quello verificatosi la mattina del 20 settembre 1918, quando, pregando davanti al Crocifisso del coro della vecchia chiesina, ricevette il dono delle stimmate che rimasero aperte, fresche e sanguinanti, per mezzo secolo. Questo fenomeno straordinario catalizzò, su Padre Pio l’attenzione dei medici, degli studiosi, dei giornalisti ma soprattutto della gente comune che, nel corso di tanti decenni si recò a San Giovanni Rotondo per incontrare il “Santo” frate.

Padre Pio Fu beatificato il 2 giungno 1999 e canonizzato da sua Santità Giovanni Paolo II il 16 giugno 2002. La sua tomba fu posta all’interno del Convento dei cappuccini, prima di essere trasportata nella nuova Chiesa edificata secondo il progetto dell’archiettetto Renzo Piano. La Chiesa di Padre Pio, inaugurata il 1º luglio 2004 con la dedicazione a San Pio da Pietrelcina, dopo circa dieci anni di lavori, è con i suoi 6000 m² la seconda chiesa più grande in Italia per dimensioni, seconda solo al Duomo di Milano.

Chiunque decida di trascorrere le vacanze in Puglia, in particolar modo nel Gargano, non potrà sottrarsi al flusso turistico dei migliaia di fedeli che incessamente si recano in zona, provenienti da ogni parte del mondo.


Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *